Energie Rinnovabili

La nostra azienda è inquadrata tanto nel settore agricolo quanto in quello ambientale: comportamenti eco-sostenibili non possono che costituire un vantaggio per le economie di tutti i tipi e comunque non possono che rispondere alla “urgente” esigenza di contenere le emissioni nocive per dare attuazione agli impegni assunti a livello internazionale. La strategia aziendale a medio e lungo termine si contrappone al vecchio modello di sviluppo ed apre anche nuove vie per uno sviluppo sostenibile dell’umanità abbracciando quella che oggi chiamiamo Green Economy.

Fotovoltaico

La generazione elettrica per mezzo di conversione fotovoltaica dell’energia solare incidente è la chiave di volta di tutto il progetto: sia per la certezza dei risultati che per volume di quest’ultimi, il reddito apportato da tale settore aziendale è sicuramente determinante non solo per la sostenibilità finanziaria dell’acquisto dell’azienda agricola, ma anche per l’ottenimento di un buon risultato economico.

La nostra azienda è dotata di tre impianti fotovoltaici.

  • Il più grande dei tre impianti fotovoltaici di produzione di energia elettrica è in regime di cessione totale di energia prodotta. Ubicato in loc. La Trappola nel Comune di Pergine Valdarno (AR), è composto da 832 moduli dalla potenza nominale di 240W, distribuiti a gruppi di 52 su 16 inverter dalla potenza nominale di 12,5kW; appartiene alla categoria degli “impianti non integrati”, ovvero è costruito per mezzo di sistema di fissaggio a terra tramite pali o micropali adeguati al terreno e struttura di supporto moduli in alluminio.
  • Il secondo impianto per potenza installata è architettonicamente integrato con i tetti dei fabbricati adibiti a stalla e fienile ed è composto di 312 moduli della potenza nominale di 230W distribuiti a gruppi su 6 inverter della potenza nominale di 12,5kW. Come nel precedente caso l’uso di tale impianto è finalizzato alla produzione di energia elettrica con allacciamento alla rete “Grid Connected” (connessione alla rete)  in regime di cessione totale di energia prodotta.
  • L’ultimo dei tre impianti ha una potenza nominale notevolmente inferiore ai precedenti, pari a 6,9 kWp, ma a differenza di essi l’uso di tale impianto è finalizzato alla produzione di energia elettrica in regime di scambio sul posto di energia prodotta (SSP) risultando necessario ad integrazione dell’energia elettrica utile all’espletamento dell’attività zootecnica. L’impianto, architettonicamente integrato con la copertura della stalla di proprietà dell’azienda ed ad essa aderenti per tutto il suo sviluppo, è composto da 30 moduli della potenza nominale di 230W distribuiti a gruppi su 4 inverter della potenza nominale di 2,1kW.